Credo fosse un Pomeriggio di Agosto… ero arrivato a casa di mio zio a Genova e tra i libri della mastodontica libreria della sua compagna: Carla, professoressa di Lettere, ho trovato un libriciono che così s’intitolava: "Il Piccolo Libro dell’Ombra" e l’invitante sottotitolo mi bisbigliava: "Guida alla scoperta del nostro lato oscuro" il tutto scritto da Robert Bly. Mi sono subito fiondato sul divano a leggere questo libricino che forse avrebbe dato qualche risposta ai miei sempre inquieti interrogativi esistenziali. Dopo qualche ora di accanita lettura di queste interessanti pagine la stanchezza di una levataccia , di un viaggio in treno passato insonne e della calura estiva hanno avuto il sopravvento ed il letto ha reclamato il suo tempo.
Le pagine del libro da poco concluso devono aver avuto lo stesso effetto di un film horror prima di andare a dormire e così i miei sogni ne sono stati influenzati dando vita ad una visione onirica tra le più particolari e pazze che riesco a ricordare.
Come sempre, quando ricordiamo un sogno: le immagini, appena ci svegliamo ci sembrano chiare, quasi palpabili, ma si fanno semrpe più effimere man mano che riprendiamo coscienza di noi stessi e della realtà; questo processo, ahimé, dura qualche frazione di secondo e per questo appena svegliato mi sono fiondato su un notes ed ho appuntato tutto ciò che riuscivo a ricordare (che era ormai già ben poco). Siccome i temi luoghi e le persone presenti nel sogno sono sconosciuti ai più (o meglio dire conosciuti solo dalla Compagnia) queso intervento sarà godibile solo da chi conosce i suddetti, gli altri dovranno accontentarsi della scena che è, a mio parere, buffa ed inquietante allo stesso tempo.
 
"Siamo a Calolziocorte sul Corso Europa, (il provinciale Lecco-Bergamo)  all’altezza della cartoleria Viganò/Parco Alliende e si sta svolgendo una parata: decine, centinaia di uomini, dal volto indefinito ma fortemente simile, anzi uguale, vestiti tutti con un completo, direi giacca  e cravatta, elegante interamente di colore viola. tutti reggono delle bandiere statunitensi e marciano a mo’ di sbandieratori ma comunque la sensazione che danno è molto marziale e nella mia coscienza onirica mi ricordano un po’ le sfilate naziste".
[…] c’è altro ma non ricordo bene, il sogno si fa meno chairo e ricordo poco.
"Ora vedo: me stesso, Mattia (e forse Michele)  passare tra la folla, a gran velocità, a bordo di una Buggy  (70%) o di un Sidecar (30%) sventolando la bandiera sovietica, tra l’indifferenza generale ".
 
Non ricordo altro di questo sogno…quando l’ho raccontato in compagnia è stato accolto con grandi risate , sopratutto da Michele e Mattia, che lo hanno subito proposto come video della prima canzone dei Foppenaghen il celebre gruppo, scioltosi dopo un girono, (altra cosa risaputa e comprensibile solo tra i membri della compagnia). per capire meglio il mio sogno invito tutti, chi ne ha voglia, a leggersi il libro che ha suscitato queste visioni. Buona Lettura
 
 
Annunci

3 pensieri su “Sogni Assurdi

  1. e guarda ieri notte ho fatto uno di quei sogni megaconfusi e nn ci ho capito un cazzo, solo ke sfottevo una di monza ke ho conosciuto in Isuperiore quando sono andato in inghilterra xke aveva perso le valigie e eravamo a un hotel a riccione dopo che il pullman si era fermato davanti al liceo grassi di lecco. i sogni son belli perchè come in amore, niente è impossibile.
    F.
    p.s. io volevo sapere come era scritto il mio intervento a tuo parere ma nn me l\’hai dettooo (grazie cmq x aver scelto frankothebullo)

  2. Che invidia.Mi morderei dall\’invidia in questo momento.
    Beato te che riesci a produrre un testo cosi scorrevole quanto vuoi raccontare qualcosa agli altri.
     
    Per il sogno, la domanda è ovvia. Quella sera hai mangiato pesante?forse il fatto di dormire in un letto che non è il tuo ti fa questi effetti…..
    Inoltre potrebbero essere residui effetti delle droghe….e dell\’alcool..
     
    ps.visto che anche io ogni tanto commento???

  3. io una volta ho fatto un sogno….cera tutto nero, sentivo dei passi e ad un certo punto ecco un limone cn un bastone un capello, degli occhiali e delle scarpe da TIP-TAP…e ballava il TIP-TAP!!!
    altrimenti ho anke sognato un onda anomala a calolzio, ho battuto Brock Lesnar insieme a Big Show…e guarda ne ho fatti di sogni strani, cioè sognare è bellissimo.
    ciao Will.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...