Spesso mi trovo a riflettere sul mio passato… e in particolare in questi giorni che ormai preludono al mio ingresso in università… oltre alle classiche domande… “Sarò All’Altezza ?” e simili incognite per il futuro vengono alla mente ricordi di tutti i vari ingressi ad ogni nuova scuola: elementari dall’asilo, poi medie e superiori… ogni volta le domande son simili: “che mi aspetta ?” “riuscirò a fare nuove amicizie ?” e proprio sulle amicizie ci si sofferma spesso a riflettere… Amici che non si vedono per anni… gente che scompare nonostante all’ultimo saluto ci si fosse ripromessi di rimanere in contatto…

E’ successo tante volte, alle elementari non me ne son neanche reso conto… ma eventi fuori dal mio controllo hanno giocato con la mia vita… strappandomi al mio paese, alla mia terra… alla mia casa madre trascinandomi poco lontano ma abbastanza per perdere i contati con gli amici d’infanzia che stavano comunque cambiando…

Una nuova tempesta poi scosse la mia vita trasportandomi in una nuova dimora… che divenne l’uscio della fredda indifferenza famigliare… figli, madre con rapporti più gelidi di quelli che si tengono con un passante incontrato per strada in una serata piovosa.

Ogni pretesto… un litigio… tanta rabbia repressa, tanta rabbia per il destino o per qualunque legge regoli le vicende della vita su questa terra.

Il nuovo paese riservava comunque buone amicizie, oggi molto consolidate, nient’altro che parte dei compagni di classe delle medie… e per fortuna che proprio un prof delle medie disse “Tanto le amicizie scolastiche che si ricordano di più e che rimangono più forti son quelle delle elementari e delle superiori”  magari avrà ragione in un futuro… ma per ora sta sbagliando di grosso.

Per me che ho sempre avuto come motto: “Pochi ma Buoni” la nostra celebre “Cerchia Interna” si sta allargando un po’ troppo per i miei gusti… e anche amici che un tempo si sarebbero fatti schifo per come sono adesso (soprattutto per ciò che ascoltano) sono cambiati… purtroppo è questa la triste realtà… anche se non è giusto definirla triste… perché è naturale il cambiamento e l’evoluzione… sono io che avendo uno spirito romantico sono meno incline al progresso mio e degli altri… resto legato al passato e soffro nel vedere che tutto cambia e io rimango indietro…che il mio modo di pensare diventa desueto… ciò che ascolti… ciò che fai… i tuoi valori… e tu che fai allora t’intestardisci ristagnando nelle tue convinzioni perché credi nei tuoi ideali stabili che non cambiano con la corrente della moda. Prendendola in quel posto in buona parte degli aspetti della vita.

Resti comunque affascinato dalla via semplice dell’adattamento e della conformazione e rimani lì, instabile, inquieto, senza un posto.

Non so se è stato per i nefasti eventi che portarono al collasso della mia famiglia che sono cresciuto in fretta… rimanendo sempre troppo bambino… rimanendo così legato al mio passato alla mia infanzia rimpiangendone i ricordi felici

Annunci

10 pensieri su “I Bei tempi Andati

  1. Capperi,allora siamo telepatici?Io ho scritto il mio pezzo,e tu hai scritto il tuo,nello stesso tempo,con la differenza ke io la metto sempre sul tragico,e tu invece 6 più poetico! ^^ !Eh,già,la facoltà di scrivere bene non è cosa ke mi appartiene totalmente,purtroppo..Mi dispiace x i tuoi rapporti familiari,anke se non so cosa sia successo,xò ank\’io ogni tanto sento nostalgia delle elementari e delle medie,xkè tante volte mi sento in colpa x la mia immaturità:cambiando ciclo scolastico,le amicizie sono cambiate totalmente,ma io non ho mantenuto nessuna di qst(a parte ogni tanto ke mi sento con 1 mio amico delle elementari),e il brutto è ke neanke io mi sono resa conto della gravità della situazione,forse ti sembrerà pazzesco e assurdo!..Ancora è presto x parlare di nostalgia delle superiori,xkè l\’unico anno ke mi mankerà davvero è il secondo,xkè in primo ero completamente sola,in secondo ho conosciuto tantissima gente,mi sono innamorata x la prima volta,mi sono aperta al mondo..Poi in terzo i miei rapporti sono cambiati da così a così,ho xso tante xsone care ke sono cambiate,ho sofferto fino a qualke mese fa;il quarto è stato 1 anno"piatto",e in quinto,ke doveva essere l\’anno + bello,in realtà tutti erano in guerra contro tutti..Non credo ke avrò nostalgia del triennio,e cmq x ora alcune xsone continuo a sentirle,xciò finkè le sentirò,starò bene così..So ke è difficile,xò non pensare a ciò ke sarà!Vivi la vita giorno x giorno,le amicizie le farai come le hai fatte negli anni precedenti,e se non ce la fai,ti sentirai solo con i"poki ma buoni"!In ogni caso,ti auguro 1 buon inizio d\’università(io comincio lunedì,e già sono svogliata,ke bello!!!!!)!Ciao ciao!

  2. …davvero un bell\’intervento..mi sento stupida a lasciare un commento così banale,quindi se vuoi cancellalo dopo!il blog è davvero carino!complimenti e scusa ancora per l\’intrusione!ciao!

  3. heilà!in risposta al tuo commento sul mio blog…si parla di ABOLIZIONE DEFINITIVA di stato.certo,è molto utopica come cosa,ma chi ci impedisce di credere che un giorno non ci saranno più stati, e nessuna ingiustizia??credo anche io che sia la natura umana che ci porta a fare delle gerarchie,ma è anche la natura umana che ci spinge alla libertà..e come dice il mio caro Bakunin,l\’unico modo per far si che tutti i sopprusi,i finti "giusti" governi e principalmente tutte le povertà non ci siano più è abolire lo stato…io non ho una fede politica ben definita,o meglio,prima l\’avevo,ero di SINISTRA…certo,lo sono tuttora ma non credo che un governo possa davvero garantire piena libertà al popolo….hai mai letto il libro"due di due"di Andrea De Carlo??beh…io mi identifico in un personaggio(guido) e nonostante l\’utopia della concezione anarchica io non smetterò mai di sperare che un giorno possa esistere un mondo più giusto…
    spero di sentirti presto! 😉

  4. willi,sarò il solito critico rompiballe ma su alcuni aspetti,visto quanto ti conosco bene,li devo criticare.Ad es. il fatto che la compagnia si allarghi per me non può che essere un bene.gli amici sono un po come l\’alcol:se ne può bere abbastanza ma non se ne beve mai troppo. Io oltre alla cossidetta (nome ke nn mi piace perchè da un senso di chiusura agli esterni) "cerchia interna" ho forse centinaia di persone ke,chi + chi meno, mi vogliono bene.Questo è dato soprattutto dalla mia espansività verso tutte le persone, tutte!tu invece mi spiace dirlo ma hai un muro di pregiudizi ke ti portano a dare giudizi affrettati di persone che non conosci per niente, e lo so perchè l\’ho passato anche io.non sono sempre stato così.ma se dovessi cambiare di nuovo lo rifarei, una vita bella come la mia con tantissimi amici è troppo bella. mi unirò alla massa ma ti dico anke io….BEL BLOG!
     

  5. ..capisco quello di cui parli…ma bisogna continuare sempre a credere nei propri sogni, a sperare che un giorno questo mondo cambierà(in meglio…ovviamente…)!cambiando discorso…ho visto che leggi stefano benni…a me piace tantissimo,è un grande scrittore e i suoi libri sono semplicemente favolosi!baci…

  6. i libri di coelho li ho letti quasi tutti,me ne mancano solo tre1..mi piace tantissimo perchè scrive benissimo e tratta argomenti molto belli!scusa se non ho risposto prima ma ora sono senza internet a casa e il pc dal quale mi connetto è lentissimoooo!!!baci baci!
     

  7. Ciao,come promesso,ti lascio 1 commento a proposito del tuo racconto..Non ho ancora finito di leggerlo,sono arrivata al punto in cui Shanti incontra le 3 donne vampire spose del conte(ho superato la metà,non manca tanto x finirlo!),e devo dire ke è scritto molto bene!1 fantasy miskiato al vampiresco(anke se 1 po\’dopo),e da quel ke ho letto,mi pare di aver trovato 1 po\’di analogie con qualcosa di familiare(tipo il mago ke parla come i maghi neri di FFIX,le 3 spose del conte come in Van Helsing,l\’accademia come in FFVIII,quelle creature ke parlano come Marcus in FFIX,ecc.Non è vero?) ^^ ..Le sensazioni e i sentimenti dei xsonaggi(a mio parere)vengono trasmessi tranquillamente anke grazie alla tua tecnica narrativa,ke è cmq buona e scorrevole..Alcuni nomi sono troppo fighi(tipo Zpakkakuli o Le Porc!Mi stavo tajando come 1 matta davanti allo skermo del computer!),xò mi 6 caduto 1 po\’sui nomi dei xsonaggi principali..Nel senso ke so xfettamente ke 6 stato ispirato dai tuoi compagni x scrivere il racconto,xò forse anagrammando i loro nomi,oppure"storpiandoli"(non trovo 1 termine + corretto di qst,ma spero ke mi comprendi lo stesso)opportunamente,magari era + fantasioso(x me 1 delle cose belle del fantasy è il fatto ke ci sono nomi strani,non usati nella realtà)..Beh,cmq non è facile scrivere 1 racconto così bello lungo,ci vuole tantissima pazienza e volontà,xciò ti faccio ugualmente i miei complimenti!A presto!
    P.s.Ho corretto e ripubblicato la poesia come mi avevi detto tu!Se x caso trovi qualke errore,dimmelo!Io purtroppo essendo abituata a scrivere sempre con k e x,magari qualke particolare sfugge ai miei okki miopi.. ^^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...