Prologo (Partenza)
 
Dopo esserci ritrovati tutti (4 Classi per un totale di 60 e passa persone) in Stazione Centrale siamo saliti sul treno che da Milano ci avrebbe portati a Parigi per trascorre tre giorni di puro godimento "culturale" e non nella capitale francese.
Partenza alle 23.35 e arrivo previsto per le 8.35 del giorno seguente. Saliti sul treno scoppia immediatamente il degenero per l’assegnazione delle cuccette al termine delle "ostilità" finisco in cuccetta con Boyer, Persa, Reggio: che ci abbandonerà per la cuccetta di Edo (certamente la più fornita di Alcol e Fumo) e il Prof "Baffo" Abbiati e altri due tizi ignoti delle altre classi.
Mentre sistemiamo le borse Boyer e Reggio trovano una valigia "sospetta" e qui parte il delirio più totale: la valigia viene rimossa dallo scompartimento da un sempre più sclerato Reggio che tra le esigue dimensioni degli scompartimenti e la presenza di questo ingombro da sempre più fuori di matto, troppo forte il manico della valigia che gli resta in mano. in raptus d’ira Reggio lo scaglia fuori dal finestrino fra le risate e le grida divertenti di coloro che assistono alla scena. la valigia sarà poi consegnata ai Carabinieri e non se ne saprà più nulla.
Il Viaggio comincia e dopo aver ospitato Il Prof. Profumo (St.Arte) e il Prof. Pericciuoli (Italiano) con cui abbiamo disquisto (sopratutto Boyer) degli argomenti più vari.
Il Sottofondo di Pink Floyd, Dream Theater, ecc. ci accompagna anche quando i professori fanno ritorno alle loro cuccette. il viaggio è ancora lungo e cerchiamo di occupare il tempo facedno le solite foto e video di rito o sparando le "solite" stronzate che saltan fuori quando si fanno convivere degli elementi come Boyer e Persa  
Le nostre "compagnucce" restano più o meno rintanate nel loro scompartimento il cui accesso è "severamente vietato".
Prima di attraversare il confine con la Svizzera decidiamo di provare a riposare e ci addromentiamo. io resto insonne; dormicchiando mezzora si mezzora no sia a causa della scomodità sia per il "dolce" russare del Prof. Abbiati.
Alla fine arriviamo a Parig mezzi distrutti per il viaggio più o meno scomodo e raggiungiamo l’albergo dove ci informano che non possono darci le camere fino alle 15.00  e così perdiamo praticamente mezza giornata. finalmente quando ci danno l’OK scopriamo che c’è solo una camera da 3 e parte la"battaglia" per accaparrarsela Greta, Berta e Giulia vogliono tenerla per loro ma io Boyer e Persa contestiamo. alla fine la spuntano loro perchè il numero totale delle ragazze era dispari. Ma Boyer, finito assieme ad un ignoto membro di un’altra classe, avrebbe dormito per tutte e tre le notti nella camera di me e persa.
 
(Continua…)
 
Annunci

Un pensiero su “Cronache di Una Gita a Parigi (08/03-13/03)

  1. Ficherrimo sto viaggio!
    Mi ricorda quei giorni di viaggi all\’estero con la scuola… quelli si che erano bei tempi…
    MALMOST OFF
    😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...